Come valutare i Segmenti di Clientela per definire una strategia efficace (2020)

In questo articolo sintetizzo in modo breve ed efficace cosa dobbiamo sapere per effettuare una analisi dei segmenti di clientela che ci permetta di

  • creare una strategia commerciale e di marketing efficace (nel caso di una startup o di un nuovo prodotto/servizio)
  • di migliorare la strategia commerciale e di marketing esistente.

Cos’è la segmentazione della clientela?

E’ una tecnica che si basa sull’analisi dei nostri clienti (attuali o potenziali) e li scompone in gruppi omogenei a seconda di una o più variabili.

In base a cosa determiniamo i segmenti di clientela?

Esempi di variabili di segmentazione di clientela nel caso di aziende B2C:

  • età
  • area geografica
  • fascia di reddito
  • stato civile
  • ….e molti altri

Esempi di variabili di segmentazione di clientela nel caso di aziende B2B:

  • dimensione dell’azienda cliente
  • area geografica
  • proprietà pubblica o privata
  • ….e molti altri

Prima fase: definiamo 2-3 variabili di segmentazione e determiniamo i segmenti di clientela.

La prima fase consiste nell’identificare le variabili che ci permettono di determinare i segmenti di clientela nel modo più efficace.

Quali variabili utilizzare per segmentare la nostra clientela?

1. Se abbiamo già dei criteri di segmentazione ereditati dall’esperienza passata, da precedenti analisi di mercato, business plan e piani industriali, possiamo utilizzare quelle.

2.Se non sappiamo quali variabili utilizzare per segmentare la nostra clientela procediamo come segue:

  • testiamo delle variabili (esempio area geografica ed età) e vediamo quali sono quelle più adatte al nostro business chiedendoci: questa variabile impatta in modo significativo sulla nostra clientela? Questa variabile determina grandi differenze nelle caratteristiche della nostra clientela? Se dobbiamo segmentare in base a questa variabile, quale sarebbe il fatturato relativo ad ogni segmento di clientela?

Faccio un esempio per farvi capire meglio: se la maggior parte dei miei clienti o dei clienti potenziali del mio business appartiene ad una fascia di età (ad esempio 20-30 anni) non ha senso segmentare la mia clientela in base all’età.

Altro esempio: se la mia clientela si trova in una sola area geografica o si trova principalmente in un’ area geografica, non ha senso definire i miei segmenti di clientela in base all’area geografica.

Seconda fase: valutiamo i segmenti di clientela

Definiti i segmenti di clientela:

ad esempio per un’ azienda B2B (business to business) potrebbero essere diversi segmenti di aziende in base alla loro dimensione:

  • aziende con meno di 20 dipendenti
  • aziende con 20-100 dipendenti
  • aziende con più di 100 dipendenti

ad esempio per un’ azienda B2C (business to consumer) potrebbero essere diversi segmenti per area geografica:

  • Piemonte
  • Lombardia
  • Veneto

  Per ogni segmento di clientela andiamo a definire:

  1. la marginalità che porta ogni segmento di clientela  (il margine e non il fatturato) 
  2. il costo di acquisizione dei clienti : quanto costa acquisire nuovi clienti in quell’ambito; è molto importante perché dà un’ idea della difficoltà per acquisire i nuovi clienti e del loro costo 
  3. il costo di gestione: quindi quanto costa gestire i clienti sportivi, la clientela business e la clientela turistica 
  4. la potenzialità  
  5. gli aspetti organizzativi e la complessità : quanta complessità impone sostanzialmente un determinato segmento di clientela è importante, perché mi permette di capire a livello organizzativo quello che non si vede nei bilanci o nei numeri a livello di gestione, e che magari implica delle persone che svolgano delle attività in più, o con una esigenza di maggiore tempo o altro tipo di gestione. 
  6. gli aspetti strategici: qual’ è la strategia di posizionamento, e qual’ è la correlazione tra il segmento di clientela ed il posizionamento. 

Terza fase: definiamo le priorità e gli investimenti per i diversi segmenti di clientela in base alla valutazione

A questo punto abbiamo la valutazione di ogni segmento di clientela; infatti per ogni segmento sappiamo quanto è per noi strategico, quanto ci rende (marginalità), quanto ci costa acquisire i clienti etc.

La valutazione che ne deriva è il punto di partenza corretto per definire le strategie aziendali, basandoci sui segmenti di clientela prioritari.

Ti è piaciuto questo articolo? Guarda il mio canale youtube o il mio blog.

Hai bisogno di un supporto per la tua azienda? Contattami

Hai bisogno di supporto?

Se hai bisogno di supporto per il la tua impresa semplicemente hai delle domande o curiosità, contattami senza impegno!

Vi potrebbero essere utili queste fonti esterne:

Segmentazione di mercato (definizione): https://www.okpedia.it/segmentazione_mercato

Hai trovato interessante questo articolo?
Condividilo con i tuoi contatti!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Pinterest

Se desideri darmi un feedback o raccontarmi le tue esperienze contattami, parleremo del tuo progetto e di come renderlo più efficace.

In questo articolo...

Hai bisogno di aiuto per il tuo business plan?

CLICCA QUI per ottenere 30
minuti di consulenza gratuita

Scegli lo specialista dei BUSINESS PLAN

Cosa puoi ottenere?
consulenza e redazione piano industriale

Hai bisogno di aiuto?

Compila qui per ottenere una consulenza gratuita da 30 minuti.