Il Business Plan di uno Studio Dentistico: guida pratica

In questo articolo specifico sulla redazione di un business plan per uno studio dentistico sfrutto la mia esperienza pratica per fornirvi tutte le linee guida utili per costruire un piano efficace.

Executive Summary:

Questa parte deve sintetizzare in poche pagine i seguenti aspetti principali dell’intero business plan, quindi le aree da trattare sono

Presentazione del progetto

Spiegate qual’è lo scopo del documento (ad esempio apertura di un nuovi studio dentistico, oppure realizzazione di un franchising e brand di studi dentistici etc:)

Team

Descrivete una sintesi del team proponente cioè chi propone il progetto (ad esempio 2 dentisti con esperienza).

Cosa vi differenzia

Spiegate (in sintesi essendo questo un executive summary) quali sono le caratteristiche distintive del vostro studio dentistico.

Scopo del Business Plan dello Studio Dentistico

Descrivete il motivo della redazione del business plan (ad esempio ad uso interno e per la presentazione ad un potenziale socio)

Servizi Offerti:

In questa parte del business plan l’obiettivo è quello di dettagliare i servizi offerti; dettagliare vuol dire “andare a fondo” descrivendo specificamente

  • il dettaglio del servizio
  • se vengono utilizzati dei macchinari, specificare i macchinari utilizzati in modo che il dettaglio dei macchinari sia compatibile con il piano degli investimenti
  • il personale che svolge i servizi: chi è dedicato ad un servizio specifico
  • la gamma di servizi offerti: spiegare che strategia si è dedica a livello di gamma di servizi offerti (ad esempio si è deciso di offrire una gamma di servizi relativamente ridotta in quanto lo studio ha deciso di specializzarsi in un determinato settore oppure si tratta di un piccolo studio dentistico)

Il team:

In un business plan di uno studio dentistico, la parte relativa al team è fondamentale (specialmente qualora il business plan non sia per uso interno ma per la ricerca di soci e/o finanziamenti).

Il motivo principale è che chiunque sia competente nella valutazione di un business sa che l’esperienza e la competenza del team nel settore è la variabile prioritaria nella riuscita del business stesso.

Il mercato:

L’analisi di mercato per l’apertura di uno studio dentistico (tralasciamo in questo articolo i casi di franchising etc. e limitiamoci a parlare del caso principale, cioè dell’apertura di uno studio dentistico) deve affrontare i seguenti aspetti

I concorrenti

Trovate più informazioni possibili sui vostri concorrenti in modo che possiate avere un idea chiara di

  • qual’è la loro immagine (ad esempio il sito web, insegne e locali, recensioni etc.)
  • quali servizi offrono e quali sono le caratteristiche della loro offerta (ad esempio hanno un esperienza specifica sui bambini, oppure sono generalisti)
  • che tipologia di clienti hanno
  • che dimensioni hanno

Acquisizione della clientela

Questa parte del business plan serve ad avere bene in mente: 1. quali canali utilizzerete per l’acquisizione della clientela 2. quale sarà il budget destinato allo sviluppo commerciale.

Facciamo una breve sintesi dei canali di acquisizione della clientela, escludendo il passaparola e partendo dal presupposto che parliamo di un nuovo studio dentistico.

  • online: local seo business
  • online: posizionamento organico
  • online: pay per click: adwords, facebook ads
  • online: social media marketing
  • offline: radio
  • offline: quotidiani locali
  • offline: volantinaggi

Organizzazione

Descrivete la vostra organizzazione utilizzando

  • un organigramma
  • una parte descrittiva dell’organizzazione

Piano economico finanziario

Il piano economico finanziario deve essere a 3 o 5 anni e deve contenere

  • conto economico
  • stato patrimoniale (meglio se mensilizzato)
  • rendiconto finanziario/flussi di cassa (metodo a scelta diretto o indiretto, anche se quest’ultimo è preferibile)

Business Plan di uno Studio Dentistico: schema di sintesi

Allegati

Una parte speso trascurata del business plan di uno studio dentistico è relativa agli allegati; può essere utile allegare

  • cv dei proponenti
  • eventuale documentazione immobiliare qualora ci sia da finanziare anche una parte immobiliare
  • eventuale documentazione relativa ai macchinari
  • eventuali preventivi se disponibili
  • attestati dei medici, riconoscimenti se ci sono

Avete bisogno di supporto o vuoi approfondire l’argomento?

Se avete bisogno di un supporto per la redazione del business plan contattatemi senza impegno per una prima consulenza gratuita

Se volete approfondire sul mio canale youtube sul business plan trovi molti video che trattano in modo pratico le tematiche relative a business plan e avvio di impresa

Hai trovato interessante questo articolo?
Condividilo con i tuoi contatti!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Pinterest

Se desideri darmi un feedback o raccontarmi le tue esperienze contattami, parleremo del tuo progetto e di come renderlo più efficace.

In questo articolo...

Hai bisogno di aiuto per il tuo business plan?

CLICCA QUI per ottenere 30
minuti di consulenza gratuita

Scegli lo specialista dei BUSINESS PLAN

Cosa puoi ottenere?
consulenza e redazione piano industriale

Hai bisogno di aiuto?

Compila qui per ottenere una consulenza gratuita da 30 minuti.