Business Plan di un Impresa di Pulizie: consigli utili per acquisire clienti

In questo articolo raccolgo le mie esperienze pluriennali di stesura di business plan di un impresa di pulizie e supporto allo startup, per fornire qualche elemento pratico ed utile per massimizzare le possibilità di successo della vostra iniziativa imprenditoriale.

Premesse: la sintesi degli argomenti che tratterò in questo articolo è relativa principalmente allo sviluppo di clientela, con modalità che sono diverse dal “passaparola” che solitamente gli imprenditori in questo settore conoscono bene.

  • posizionamento sui motori di ricerca
  • promozione (pay per click)
  • linkedin
  • conoscere il valore ed il margine che hanno ogni gruppo di nostri clienti

Posizionamento sui motori di ricerca

Al fine di capire se e come investire nel posizionamento sui motori di ricerca la procedura da seguire è la seguente

  1. vedere quanto sono “forti” i concorrenti: come sono posizionati i vostri concorrenti? per saperlo potete effettuare delle ricerche per le principali parole chiave e vedere se ci sono concorrenti posizionati in prima pagina
  2. per approfondire la ricerca, se non volete rivolgervi a consulenti e siete pratici con utilizzo del pc e web marketing, potete acquistare software specifici come sem rush o seo zoom ed effettuare analisi approfondite. In caso contrario il professionista che fa il business plan o vi supporta per la startup sicuramente è strutturato per darvi le risposte in merito
  3. se non ci sono concorrenti che investono molto sul posizionamento organico, potete investire arricchendo il vostro sito di articoli e contenuti creati intorno alle parole chiave (esempio: impresa di pulizie Verona se volete aprire la vostra impresa a Verona)
  4. se ci sono concorrenti che investono molto, potete dedicare più risorse agli altri canali di acquisizione clienti (convenzioni, pay per click, contatti e passaparola), senza trascurare questa attività che potrebbe portare dei risultati a lungo termine.

Promozione (pay per click)

Spesso le imprese di pulizie hanno una clientela fidelizzata, nel senso che anche qualora abbiate piccoli clienti, il fatturato per cliente è relativamente elevato perchè anche i clienti di minori dimensioni si avvalgono delle pulizie con una frequenza almeno settimanale.

Questo significa che è spesso conveniente costruire delle campagne dei pay per click (su google adwords in primis) perchè il costo di acquisizione della clientela sarà probabilmente giustificato dal guadagno che il cliente può dare nel corso del tempo.

Linkedin

Linkedin è uno degli strumenti più sottovalutati dalle imprese di pulizie. Questo è un errore in quanto su Linkedin potete trovare tutti i “target” principali per acquisire clienti

Avere una company page (pagina aziendale)

  • per acquisire contatti con le aziende: responsabili aziendali, suddivisi per area geografica, settore e dimensioni dell’azienda.
  • per acquisire contatti con amministratori di condominio: troverete gli amministratori di condominio nella vostra zona

Qualche consiglio utile per utilizzare Linkedin al meglio

  1. Utilizzate Linkedin Sales Navigator che vi permette di effettuare delle ricerche e selezioni delle persone target.
  1. Preparatevi la lista dei contatti target e delle persone target
  2. Contattatele con Linkedin InMail, oppure telefonicamente (su Linkedin c’è di solito il sito delle aziende dal quale prendere le informazioni di contatto)

Business Plan di un Impresa di Pulizie: conoscere valore e margine dei clienti

Nella creazione di un business plan di un impresa di pulizie avere un idea realistica di quanto vale in termini di fatturato e di margine ogni gruppo dei nostri clienti è fondamentale per il business plan di un impresa di pulizie. Questo perchè il valore ed il margine di ogni gruppo di clienti consente di

  1. capire come distribuire i nostri investimenti promozionali ed il nostro servizio alla clientela sui segmenti di clienti che portano maggiore margine.
  2. capire se il costo di acquisizione di un cliente è giustificato (se ad esempio investo in promozione pay per click devo sapere fino a quando mi conviene pagare e quali tassi di conversione devo avere)

Come fare per conoscere il valore ed il margine di ogni gruppo di clienti?

  1. suddividete la vostra clientela in gruppi (ad esempio condomini e aziende)
  2. calcolate una media di durata del cliente, fatturato e margine per ogni gruppo di clienti (esempio un azienda cliente in media rimane con la nostra impresa di pulizie per 2 anni)
  3. calcolate il margine di ogni cliente (fatturato – costi diretti cioè il personale ed il materiale di consumo)

VUOI APPROFONDIRE O HAI BISOGNO DI SUPPORTO?

Se hai bisogno di supporto per la redazione del business plan o di supporto operativo per lo startup e lo sviluppo della tua impresa contattami senza impegno per una prima consulenza gratuita

Se vuoi approfondire sul mio canale youtube sul business plan trovi molti video che trattano in modo pratico le tematiche relative a piani strategici aziendali, piani industriali, analisi di mercato e modelli di business

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
consulente specializzato in business plan, Andrea Dama
Andrea Dama 

Consulente manageriale con oltre 20 anni di esperienza. Mi occupo di aiutare aziende e startup nelle fasi di sviluppo e di gestione, mettendo a frutto l’esperienza in imprese e startup di successo (in Italia ed all’estero).

Oltre 200 business plan redatti, un team di 5 collaboratori/partner, decine di referenze di clienti soddisfatti, oltre 30 Milioni di euro di finanziamento raccolti.

Altri articoli

Aprire un Azienda Agricola Biologica

In questo articolo descrivo i punti salienti da conoscere per chi vuole aprire un’azienda agricola biologica certificata. Il settore del biologico vive

esperto business plan

Tabella dei Contenuti

Vuoi informazioni?

consulenza e redazione piano industriale

Hai bisogno di aiuto?

Compila qui per ottenere una consulenza gratuita da 30 minuti.