La prima regola per aprire un’attività: chiedetevi se siete degli imprenditori

Il tasso di mortalità delle nuove attività è elevatissimo, per questo motivo nella mia lista personale di consigli che darei ai neo imprenditori è quello di fare una obiettiva auto valutazione sulle proprie attitudini e capacità imprenditoriali.

Vediamo quindi quali domande dobbiamo farci per capire se la “vita di startup” è adatta a noi e se abbiamo la giusta predisposizione per avviare una nuova attività.

Premesse: probabilmente alcune domande paiono banali, ma lavorando quotidianamente con imprenditori e neo imprenditori e vedendo quali sono i problemi principali di fallimento delle nuove iniziative, invito tutti i neo-imprenditori a ragionare bene sui seguenti punti.

Siete ambiziosi?

Se non siete REALMENTE ambiziosi non vi consiglio di avviare un attività imprenditoriale. Qualsiasi attività di impresa è “fisiologicamente” piena di errori e miglioramenti continui.

Mi spiego meglio: ogni attività imprenditoriale vede ogni giorno sia la necessità di risolvere dei problemi inaspettati (organizzazione, fornitori, clienti, etc.etc.) sia la necessità di correggere gli errori che fanno parte della vita di tutti i giorni (gli errori ci permettono di imparare e migliorare in modo costante, chi non fa errori vuol dire che non prova mai nulla di diverso e migliorativo).

Senza una buona dose di ambizione non riuscirete certamente a far fronte ad errori e momenti difficili, che fanno parte della vita di impresa.

Avete doti di leadership?

Le attività imprenditoriali di successo sono composte da team di successo che hanno un leader capace di dare loro le adeguate linee guida e motivazione.

Sapete delegare?

in Italia uno dei problemi maggiori delle imprese è la loro dimensione estremamente piccola. Questo implica il fatto che le imprese sia destrutturate e poco competitive (ad eccezione delle imprese locali ad esempio).

In via generale aprire un attività di impresa di successo significa avere un orientamento alla crescita, per farlo è indispensabile saper delegare perchè l’imprenditore (ad eccezione delle micro imprese locali) deve fare l’imprenditore e non avere un ruolo operativo.

Sapete prendere decisioni?

Secondo aspetto davvero critico per chi vuole aprire un attività di impresa. Nella vita quotidiana dell’imprenditori è necessario prendere decisioni di ogni tipo ed importanza.

Alcuni esempi reali:

  • chiudere i rapporti con un collaboratore
  • cambiare un fornitore che lavora in modo adeguato
  • andare dall’avvocato perchè un cliente non paga,
  • avviare una nuova linea di prodotti
  • fare un investimento importante
  • contrarre un debito con la banca
  • discutere con un partner commerciale
  • negoziare un contratto etc.etc.

Il primo problema è che molte decisioni vanno prese “in fretta” il secondo problema è che alcune decisioni sono “inaspettate” il terzo problema è che alcune decisioni sono “difficili” (ad esempio se devo interrompere la collaborazione con una persona). Se non siete in grado di prendere decisioni in modo veloce e lucido, potreste avere molti problemi nella vostra vita imprenditoriale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Altri articoli

Vuoi informazioni?

Preferisci un contatto diretto?